Skip to content Skip to footer

Il 23 e il 24 marzo tornano le Giornate FAI di Primavera. Ecco i luoghi da visitare in Calabria

Tornano sabato 23 e domenica 24 marzo 2024 le Giornate FAI di Primavera, il più importante evento di piazza dedicato al patrimonio culturale e paesaggistico d’Italia e alle storie inedite e inaspettate che custodisce con visite a contributo libero in 750 luoghi speciali in 400 città, dai grandi capoluoghi ai piccoli comuni, dai centri storici alle province, da Nord a Sud della Penisola (elenco dei luoghi aperti e modalità di partecipazione dal 12 marzo).

Le Giornate FAI di Primavera si confermano nella loro trentaduesima edizione uno degli eventi più importanti e significativi per conoscere il patrimonio culturale e paesaggistico italiano. Un’esclusiva opportunità di scoprire un’Italia meno nota, di luoghi solitamente inaccessibili, dalle grandi città ai borghi, da veri e propri monumenti a luoghi curiosi e inediti, che tuttavia ugualmente raccontano la cultura millenaria, ricchissima e multiforme del nostro Paese. Un modo per contribuire alla tutela e alla valorizzazione di questo patrimonio, che va innanzitutto conosciuto, frequentato, e prima ancora, raccontato. È questa la missione del FAI: “curare il patrimonio raccontandolo” a cominciare dai suoi 72 Beni aperti al pubblico durante l’anno, ma ampliando e arricchendo questo racconto proprio in occasione delle Giornate FAI di Primavera, quando 750 luoghi saranno aperti in tutta Italia grazie a migliaia di delegati e volontari del FAI e agli Apprendisti Ciceroni, giovani studenti appositamente formati per raccontare le meraviglie del loro territorio. Le Giornate del FAI offrono un racconto unico e originale dei beni culturali italiani, che risiede nella loro Storia intrecciata con la Natura, nei monumenti e nei paesaggi, nel patrimonio materiale e immateriale, e nelle tante storie che questi possono raccontare, che insegnano, ispirano e talvolta anche commuovono. Un racconto corale e concreto che si fonda sulla partecipazione di centinaia di istituzioni, associazioni, enti pubblici e privati che in numero sempre maggiore vi collaborano grazie a una vasta e capillare rete territoriale con un unico obiettivo: conoscere e riconoscere il valore del patrimonio italiano per tutelarlo con il contributo di tutti, perché appartiene a tutti. Le Giornate FAI di Primavera chiuderanno la Settimana Rai dedicata ai Beni Culturali in collaborazione con il FAI. Dal 18 al 24 marzo, come ormai da oltre 10 anni, la Rai sarà in prima linea al fianco del FAI con tutti i canali radiofonici e televisivi e attraverso RaiPlay per creare un racconto corale che metterà al centro la bellezza e la sostenibilità del nostro patrimonio artistico e paesaggistico. Rai è Main Media Partner del FAI per sensibilizzare tutti gli italiani alla cura e valorizzazione del nostro Paese e supporta in particolare le Giornate FAI di Primavera 2024, anche attraverso la raccolta fondi solidale autorizzata da Rai per la Sostenibilità – ESG e promossa sulle reti del servizio pubblico.

Giornate FAI di Primavera 2024: cosa vedere in Calabria

ECOCENTRISMO TRA PALMENTI, CATOJI E ASINELLI Santa Caterina dello Ionio (Catanzaro)

MAMMA LI TURCHI – Visita alla Torre di S. Antonio a Santa Caterina dello Ionio (Catanzaro)

ORTO BOTANICO UNICAL E LA SCIENZA APPLICATA ALLA NATURA Arcavacata (Cosenza)

UNICAL: DAI PRIMI PASSI ALLA SCIENZA DEL FUTUROArcavacata (Cosenza)

I GIGANTI DELLA SILASpezzano della Sila (Cosenza)

VILLA MARGHERITA E IL SUO PARCO Cutro (Crotone)

MAMMOLA: SANTITÀ E ARTE, ARCHITETTURA E GASTRONOMIAMammola (Reggio Calabria)

L’INDUSTRIA E L’ARTE DELLA SETA A VILLA SAN GIOVANNIVilla San Giovanni (Reggio Calabria)

ALLA SCOPERTA DEGLI ANTICHI QUARTIERI DI NICOTERANicotera (Reggio Calabria)

USI E COSTUMI DELLA CIVILTÀ CONTADINA DEL PORONicotera (Reggio Calabria)

(Immagine di copertina di Mimmo Porchia)