magna Graecia film festival

Magna Graecia Film Festival 2021: la nuova sezione “Sguardi di Calabria”

Parte da oggi 31 luglio la diciottesima edizione del Magna Graecia Film Festival. Fino all’8 agosto, presentazioni di anteprime di film, cortometraggi, masterclass e incontri con ospiti nazionali ed internazionali si alterneranno a Catanzaro tra il Porto di Catanzaro Lido e i suggestivi spazi del centro storico, nel cinema storico del Supercinema e il Chiostro di San Giovanni. Al Magna Graecia Film Festival 2021 per la prima volta la sezione “Sguardi di Calabria”: una rassegna di film sulla Calabria con autori e registi calabresi.

Il cinema nel centro storico di Catanzaro

Un programma ricco e variegato che quest’anno vede la coesione della città di Catanzaro nel voler inserire eventi e parte del programma nelle zone del centro storico, generalmente desolato durante il periodo estivo. Per la diciottesima edizione, l’ideatore Gianvito Casadonte ha voluto fortemente ampliare l’offerta culturale allestendo un ricco programma di proiezioni, incontri ed eventi speciali nel cuore della città.

Due le nuove sezioni che verranno ospitate nel centro storico: la prima si terrà al Supercinema che ospiterà la proiezione di cinque titoli della cinematografia mondiale selezionati dalla giornalista Silvia Bizio, con tre anteprime nazionali assolute: Supernova di Harry Macqueen con Colin Firth e Stanley Tucci, 200 metri di Ameen Nyafeh e After Love di Aleem Kham.

Nella stessa location ci saranno anche l’omaggio a Nino Manfredi, nel centesimo anniversario della nascita, con il saluto della figlia Roberta, l’incontro con Saskia Boddeke per la proiezione del suo lavoro dedicato a Peter Greenaway, lo spettacolo teatrale di Giancarlo Cauteruccio, le presentazioni dei libri di Giuseppe Meta, Antonio Ludovico e il dibattito su Obama Dream di Francesco Paravati. 

La nuova sezione “Sguardi di Calabria”: il cinema in Calabria per la Calabria

La seconda nuova sezione del Magna Graecia Film Festival 2021 è “Sguardi di Calabria”, una selezione di film che vedono il territorio al centro dell’attenzione.

Si parte l’1 agosto con il docufilm Respirando con la musica che racconta la vicenda umana e professionale di Vincenzo Scaramuzza, un geniale artista calabrese, vissuto a cavallo tra Ottocento e Novecento, rivive in un film tra documentario e ricostruzione cinematografica, per comunicare quanto spesso la musica sia avanti rispetto ai tempi, precorrendo anche gli stessi bisogni degli uomini. Il film celebra la figura del grande musicista crotonese, interpretato da Sebastiano Somma. Regia di Maria Pia Cerulo.

Il 2 agosto ci sarà la proiezione del corto Le ragioni del cuore. Il corto intende celebrare la figura di Concetta Pontorieri, prima donna laureata in Calabria. A cento anni dalla sua laurea, rappresenta più che mai oggi un monito per il futuro, la necessità di non abbandonare mai le proprie aspirazioni, ma perseguirle con determinazione, impegno e caparbia.

Il 3 agosto è la volta di Il sogno di Jacob, che dà il titolo al film, ed è il nome di uno dei capolavori più famosi del maestro Nik Spatari che fondò a cavallo tra gli anni ‘60 e ‘70, insieme alla sua compagna Hiske Maas, il Musaba: un museo laboratorio nel cuore dell’Aspromonte. Il film racconta la sua vita e le sue forme espressive, attraverso la fusione di elementi reali e di fiction.

Il 4 agosto il film Il paese interiore prova a spiegare o più semplicemente raccontare la Calabria che il più delle volte è un’impresa titanica, difficile per lo storico, come per l’antropologo o il cittadino che la vive, l’ha vissuta e prova a ricordare. Per questo motivo il rapporto intimo con questa terra amata, bistrattata, poi elogiata e ancora odiata diventa l’unica verità possibile. Il film ci porta nella dimensione più intima di questo “luogo/non luogo”, visto attraverso la penna e gli studi di un suo figlio illustre, Vito Teti.

Il 5 agosto La magia dei cristalli di Ivan Comi ci porta in un viaggio magico, interiore, onirico, seguendo la luce dei fari, tra poesia, storia, natura e leggende di una terra difficile circondata da due mari. La Calabria. Migliaia di chilometri tra luoghi straordinari e pieni di fascino, custoditi con fierezza da queste guide luminose alla ricerca di quel semplice messaggio universale che solo la purezza e l’innocenza degli occhi di un bambino possono vedere e cogliere.

Il 6 agosto Vittore Ferrara con il suo film Nido di Seta racconta la storia di tre ragazzi Miriam, Giovanna e Domenico che dopo essere partiti all’estero in cerca di lavoro, sono ritornati in Calabria e hanno riscoperto il fascino di un’arte antica tramandata dai loro Avi: la gelsibachicoltura, ovvero l’allevamento dei bachi da seta. Una storia d’amore nei confronti della nostra terra, una piccola via della seta calabrese che è ritornata a vivere.

L’ultimo giorno, 7 agosto, il film Rughe di Maurizio Paparazo racconta la storia di una scuola elementare di un piccolo borgo collinare dell’entroterra calabrese che rischia la chiusura perché il numero degli scolari è insufficiente e non raggiunge quello previsto dalla legge. Per far fronte a questa situazione alcuni anziani, che da piccoli non hanno conseguito la licenza elementare, si iscrivono alla scuola e frequentano regolarmente le lezioni insieme ai ragazzi.

Magna Graecia Film Festival 2021: come accedere e come prenotarsi

Per partecipare alle serate, è necessario prenotarsi sul portale www.liveticket.it/magnagraeciafilmfestival. Basterà registrarsi, selezionare gli eventi preferiti, i propri posti a sedere e poi esibire all’ingresso il biglietto elettronico. Chi non seguirà la procedura, potrà accedere agli eventi solo in caso di posti rimasti disponibili. 
L’organizzazione della kermesse ha disposto che, per accedere a tutte le iniziative nel rispetto delle misure nazionali anti-covid, sarà necessario, dal 31 luglio al 5 agosto, esibire green pass o tampone antigenico negativo, effettuato nelle 48 ore precedenti l’inizio dell’evento, o certificazione di guarigione da covid-19 degli ultimi 6 mesi, o autodichiarazione (scaricabile anche da liveticket) da compilare e firmare.

(Sullo stesso argomento potrebbe interessarti anche… clicca QUI)

Share on facebook
Facebook
Share on linkedin
LinkedIn