lasciare tutto e vivere in Calabria

Da Singapore alla Sila: Luke e Denise hanno lasciato tutto per vivere in Calabria

Luke Otter, classe 1987, è nato in Inghilterra ma all’età di 18 anni di trasferisce a Singapore. Lavora lì come personal trainer fino al 2017, quando con sua moglie decidono di vivere una vita d’avventura viaggiando per il mondo e spostandosi così tra Costa Rica, Grecia, Kyrgyzstan, Armenia, Stati Uniti, Turchia, Georgia. In tre anni hanno attraversato più di 50 nazioni, fino a quando sono venuti a conoscenza della nostra regione e in particolare della Sila. Da allora, Luke e Denise hanno lasciato tutto per vivere in Calabria.

Intervista a Luke e Denise Otter: due singaporiani che hanno lasciato tutto per vivere in Sila

Come siete venuti a conoscenza della Sila? 

Circa sei mesi fa abbiamo deciso di venire in Italia per trasferirci e vivere qui. Il nostro piano iniziale era quello di vivere al Nord. Così, a Novembre 2020, ci siamo trasferiti sulle Alpi nel piemontese. Dopo qualche mese ci siamo accorti che anche se lì vivevamo bene, ci mancava conoscere lo stile di vita mediterraneo del Sud. Mi sono così incuriosito leggendo qualcosa sulla Calabria, come regione quasi inesplorata, che non ha subito una modernizzazione eccessiva come del resto d’Italia. Dato che noi amiamo le montagne, ho iniziato delle ricerche sulle montagne della regione Calabria e lì ho appreso tutto ciò che c’era da sapere sulla Sila. Abbiamo così cercato casa e siamo stati davvero fortunati a trovare una casa perfetta per noi nella zona silana, essendo oltretutto ospitati in maniera calorosa dalla nostra “Calabrian mama”, la nostra affittuaria. 

Qual è stata la vostra prima impressione di questo posto?

È stato veramente sorprendente, perché foreste di pini così ampie non ne avevamo mai viste nel Nord Italia. Ci siamo resi conto che la topografia della Calabria è davvero molto diversa da ciò che noi avevamo visto prima. In Calabria, tu puoi vivere sulle montagne a 1500m d’altezza, ma in un’ora di macchina puoi essere al mare. Ricordo l’eccitazione di quando abbiamo preso per la prima volta l’autostrada in Calabria e abbiamo trovato un signore che ci ha venduto delle cipolle che toglieva fuori dalla sua Fiat Panda. Per noi è stato come tornare a 50 anni fa. Ci siamo anche molto innervositi per il fatto che non ci sono molte informazioni sulla Regione online. 

Perché avete scelto di vivere qui?

Aria pulita, bellissima natura, e lo stile di vita dei calabresi.

A proposito dello stile di vita dei calabresi…Sui tuoi post su Facebook parli molto dell’ospitalità dei calabresi e di come questo ti abbia reso entusiasta per vivere qui…

Questo è infatti quello che più ci ha scioccati (in senso positivo). Prima di arrivare in Calabria abbiamo letto molto sull’ospitalità dei calabresi, ma è anche vero che fino a quando le cose non accadono, tu non riesci a crederci. Quando siamo arrivati, per cercare di conoscere persone mi sono iscritto alla pagina Facebook “La nostra Sila”, mettendo un post in cui semplicemente presentavo me e mia moglie. 24 ore dopo ho ricevuto 250 richieste di amicizia e circa 250 messaggi di benvenuto. Oggi ricevo giornalmente messaggi privati in cui la gente mi chiede di incontrarci per un caffè, una passeggiata, visitare i paesaggi, le fattorie o anche per praticare l’italiano e l’inglese insieme. La cosa più importante è che loro si prendono cura di noi chiedendoci continuamente se abbiamo bisogno di qualcosa e portando cibo, frutta, verdura, conserve, fatti a casa dai loro parenti. Nei posti in cui siamo stati, soprattutto nelle parti rurali, generalmente le persone tendono ad avere timore degli stranieri, ma i calabresi non sono così: loro aprono le loro case come anche il loro cuore. La cosa più bella della Calabria sono certamente le persone.

La vostra qualità di vita è migliorata qui?

Certamente. Noi mangiamo più sano con tutti ortaggi, frutta e verdura provenienti dall’orto. Ma al di là del cibo la nostra vita è migliorata per un’attitudine più tranquilla, meno frenetica. Questo ci permette di godere della felicità delle piccole cose. 

Ritornereste indietro?

Assolutamente no. Il nostro lifestyle che abbiamo qui in Calabria è certamente ciò che abbiamo sempre voluto. Abbiamo viaggiato per almeno 50 nazioni in tutto il mondo e la nostra opinione è che la Calabria è il posto più bello in cui vivere.

Consigliereste ad altre persone di venire a vivere qui?

Certamente. Io penso che la Sila e la Calabria in generale, ha posti che meritano un’attenzione maggiore. Di certo, ci stiamo anche rendendo conto che ci sono molte più difficoltà a vivere in Calabria che in altre regioni d’Italia. Per esempio, le condizioni delle strade e il problema riguardante la spazzatura sono certamente una piaga. Ma per la nostra esperienza personale, chiunque può vivere una vita meravigliosa qui. È davvero difficile essere tristi in Calabria.

(Sullo stesso tema, potrebbe anche interessarti questo articolo).

Share on facebook
Facebook
Share on linkedin
LinkedIn