La Guarimba 2021

La Guarimba 2021: tutto sulla nona edizione dal 7 al 12 agosto

Dal 7 al 12 agosto torna ad Amantea la nona edizione de “La Guarimba”, festival ideato con l’obiettivo di “riportare il cinema alla gente e la gente al cinema”. L’evento ideato da Giulio Vita e Sara Fratini è realizzato per il secondo anno consecutivo sotto l’alto patrocinio del Parlamento europeo in collaborazione con la Rappresentanza in Italia della Commissione europea.

La selezione ufficiale 2021 presenterà 172 opere, di cui 94 dirette da donne, provenienti da 56 paesi di tutti i continenti: 5 paesi africani, 13 asiatici, 28 europei, 9 americani, 1 oceanico. In cartellone le sezioni speciali “El Guayabo”, dedicata alla diaspora venezuelana, “Focus Lituania”, un programma ideato insieme a Lithuanian Shorts, “A screen for Glas Animation”, che ospiterà i corti del festival di animazione californiano, e una programmazione dedicata ai piccoli spettatori realizzata con Unicef Italia. 

La nona edizione e le macrocategorie

L’edizione 2021 de La Guarimba è stata insignita per il secondo anno consecutivo della Medaglia del Presidente della Repubblica Sergio Mattarella, lode conferita dal Capo dello Stato a iniziative ritenute di particolare interesse culturale ad espressione della sua ideale partecipazione all’evento. Il festival ha infatti l’obiettivo di portare avanti tematiche sociali di rilievo, prima dei grandi nomi del cinema, per sostenere produzioni di giovani artisti indipendenti e aprire riflessioni sul presente. I film presentati in quest’edizione si dividono in sette macrocategorie: diritti dei lavoratori, femminismo, LGBTQ+, razzismo e discriminazioni, rifugiati politici, video musicali ed El Guayabo, categoria dedicata alla diaspora venezuelana.

Il programma della nona edizione de La Guarimba 2021

Una selezione accurata quella dei programmatori Alex Spagnolo (coordinatore), Marta Miquel, Mikel Murillo, Valeria Weerasinghe, Sara Fratini e Giulio Vita, che hanno selezionato le opere più emozionanti in grado di raccontare il mondo e le mille sfaccettature della vita, con occhi e angolazioni diversi. Una scelta che mira ad esaltare le differenze culturali e a condensare riflessioni sul presente.

Le categorie in concorso

Il programma ufficiale del festival verrà inaugurato il 7 agosto, come ogni anno, dall’Orchestra di Fiati Mediterranea Città di Amantea con un omaggio al premio Oscar John Williams.

Per le categorie in concorso sono 20 i corti della sezione Fiction, 20 quelli di Animazione e 10 per il Documentario, tutti generi che puntano a rappresentare il meglio delle nuove proposte audiovisive del panorama mondiale.

Nel programma anche la sezione Video Musicali con 10 videoclip in concorso. La categoria, nata nel 2016 per dare dignità a questa forma narrativa, quest’anno ospiterà videoclip realizzati per star internazionali come il trapper spagnolo C. Tangana, il dj tedesco Paul Kalkbrenner e il rapper ghanese Nana Kwame Abrokwa. Il video Room with a view vede invece protagonista la compagnia del Ballet National de Marseille.

In concorso anche la sezione di film sperimentali Insomnia con 5 corti avanguardisti che verranno proiettati alle 3 del mattino dell’8 agosto sulla spiaggia d’Amantea, su uno schermo gonfiabile di 7 metri. Una programmazione che dal 2018 si pone come contenitore di linguaggi inediti e proposte coraggiose. La sezione quest’anno sarà inaugurata da un tributo a Franco Battiato con un dj set composto dai suoi brani.

Le sezioni speciali de La Guarimba 2021 

Come ogni anno il cartellone si arricchisce di sezioni speciali curate da programmatori esterni. Tra le novità della IX edizione la sezione El Guayabo, una selezione di documentari dedicati alla diaspora venezuelana degli ultimi 10 anni, in anteprima a La Guarimba il 6 agosto a Lido Azzurro. 

Focus Lituania, altra novità del fuori concorso, è un cartellone realizzato in collaborazione con Lithuanian Shorts, mentre A screen for Glas Animation è la sezione nata per supportare il festival di animazione californiano “GLAS Animation” che quest’anno non potrà svolgersi in presenza. La Guarimba dedicherà al festival un programma speciale proiettando una selezione di corti della loro ultima edizione, un modo per permettergli di avere un pubblico in presenza.

Torna il programma dedicato all’Africa Subsahariana a cura di Keba Danso, Karmala, e dagli Stati Uniti arriva invece la sezione Americania a cura di Sam Morrill. 

La Guarimba trasforma la Calabria nel centro del mondo con una ricca programmazione anche per i giovani spettatori. Un festival nel festival a cura di Valeria Weerasinghe, realizzato in collaborazione con Unicef Italia, che propone 100 corti per bambini e ragazzi: La Grotta dei Piccoli

Come ogni anno torna la mostra online e offline curata da Sara Fratini Artists for La Guarimba, 15 opere di illustratori da tutto il mondo nella loro personale interpretazione della scimmia guarimbera del Festival, simbolo dell’iniziativa. 

Gli artisti coinvolti nella mostra sono Mikel Murillo, Spagna; Paulo Albuquerque – Cesàh, Brasile; Egle Zvirblyte, Lituania; Flora Anna Buda, Ungheria; Giovanna Lopalco, Italia; Gambie Gwladys, Martinica; Meltem Şahin, Turchia; Natasha Dinjar, Australia; Sawako Kabuki, Giappone; Shaun Beyond, Mauritius; Zoran Popac, Serbia; Boyoung Kim, Corea del Sud; Keya Tama, Sudafrica;  Hariett Lennemann, Stati Uniti; Mela Pabon, Puerto Rico.

I 100 anni di Vitaliano Camarca

Dallo scorso anno il premio del pubblico de La Guarimba è stato titolato a Vitaliano Camarca, editore, giornalista, scrittore, e innovatore sociale che anticipò i tempi portando il cinema ad Amantea con la rassegna del Film Mediterraneo. Oggi, in occasione dei 100 anni dalla sua nascita, il Festival inaugura un progetto più ampio dal titolo “Archivio Vitaliano Camarca”, a cura di Maria Francesca Cianciaruso: l’intento è non solo quello di costruire una memoria collettiva intorno ad un personaggio illuminato, ma donare agli abitanti di Amantea, città senza biblioteche, un primo archivio digitale. 

La Guarimba 2021: NON solo cinema ma anche riqualificazione urbana

Per quest’anno La Guarimba dovrà cambiare casa: il Parco La Grotta che da 7 anni ospita il festival non è agibile perché interessato da una frana. La Guarimba mette così in piedi un nuovo progetto di riqualificazione urbana e sarà accolta nel parcheggio adiacente all’ex Arena Sicoli, nel cuore della città, che fino a qualche giorno fa versava in totale stato di abbandono e degrado. 

Grazie alla squadra de La Guarimba e ai volontari che hanno sposato il progetto, il parcheggio è stato rimesso a nuovo, pronto ad ospitare non solo il festival ma una grande opera murale con ‘Artists in residency‘: opere di 3 illustratori internazionali, Cesáh, nome d’arte di Paulo Albuquerque, Sara Fratini, co-fondatrice de La Guarimba, e Mikel Murillo. “Abbiamo investito – commenta uno degli organizzatori – su un altro luogo degradato che trasformeremo in un’opera d’arte a cielo aperto grazie al contributo di Colorificio VR, che fornirà i colori per la realizzazione del murale. Ad Amantea il cinema non si ferma ma ogni volta poter realizzare un festival in Calabria diventa un’impresa titanica”. 

Per tutte le altre info sul festival potete cliccare qui

Immagini di @laguarimbafilmfestival

Share on facebook
Facebook
Share on linkedin
LinkedIn